11 settembre 2012

Hot Tub Time Machine

Non sono un fanatico del titolo originale, 'ché solo quello è giusto o imprescindibile. Non sono il tipo che si scandalizza per il titolo stravolto, quello semplice, compagnone e simpaticone. Ma credo proprio che comincerò ad utilizzare solo i titoli in lingua originale.

Sono un fanatico dei viaggi temporali. Adesso più che mai sono convinto che Woody Allen abbia conosciuto di persona Vincent Van Gogh e che la locandina del suo film ne sia un indizio. Mi sono esaltato con Vincent and the Doctor.

E di viaggi temporali e titoli sbagliati parla questo movie. I titoli sbagliati sono di quelli peggiori roba tipo il film si intitola Hot Tub Time Machine e uno lo chiama Un tuffo nel passato. I viaggi temporali sono di quelli stile Ritorno al futuro, cioè che ti cancelli dalla foto se tizio non bacia cosa e da cosa nasce coso.
Sono citati i Poison. E c'è Crispin Glover che disperatamente cerca di farsi strappare un braccio rendendo la cosa una delle più avvincenti del film. Appare Cornelius Crane Chase! Poi ci sono attori presi appositamente per colpire tutto il pubblico: dai gay, ai teen, al macho e al sacrestano. Troppo idiota come film, neanche etichettabile come parodico. Cristo i viaggi nel tempo, citazioni potentissime, pensi a che meraviglia di film sarà e invece è una misera occasione sprecata, una cretinata eccessivamente irritante, che odio... voto, cinque. (battute che fanno ridere ci sono, don't worry)


Voto: 5

6 commenti:

  1. Molto molto carino. Certo, qua e là ci sono vaccate tipicamente americane, ma il film è pieno di idee (il personaggio di Clover è davvero fantastico) e soprattutto fa ridere nonostante la sua volgarità, cosa che credevo possibile soltanto ai fratelli Farrelly. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, niente, non andiamo d'accordo. Ti tengo il muso ma soprattutto chi cazzo è Clover, non capisco xD
      Mi sento particolarmente incolto :)

      Elimina
  2. Di solito evito questo genere di film americani ma mi hai incuriosita. Sono indecisa, intanto me lo procuro, poi si vedrà ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fantastico, ho il potere dell'influenza inversa ;)

      Elimina
  3. Visto per puro caso su Sky, una sera che non avevo neanche voglia di alzarmi a pescare un blu-ray dallo scaffale.
    E, devo dirti, s'è fatto guardare fino alla fine.
    Nulla più di una commediola, certo, ma l'ambientazione anni 80 e il sottotesto pseudofantascientifico (il pseudo è d'obbligo) me lo fanno salvare sul filo di lana, dopotutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo confessare che si lascia vedere e concordo con Simone Corà sul personaggio di Glover.
      Forse è stato quello "pseudo" sottolineato troppe volte ad avermi fatto irritare. Avrei voluto una santissima commedia fantascientifica come Dio comanda!! :)

      Elimina

ATTENZIONE!!! Ho dovuto inserire il test di verifica dei commenti perché mi sono ritrovato un numero spropositato di spam.